E quindi ora sappiamo che la festa di Halloween che conosciamo oggi, nasce da un’antica festività del paganesimo celtico chiamata Samhain, la festa dell’ultimo raccolto dell’anno.

L’inizio della parte fredda e buia dell’anno, la “morte” dell’inverno, era accompagnata dall’accensione di un grandissimo falò per auspicare un inverno ricco e privo di carestia.

Era anche un momento di contemplazione gioiosa, in cui si faceva memoria della propria storia, della propria gente, dei propri cari, in cui si celebrava la speranza di non soccombere alle sventure, alle malattie, alla morte stessa, che non era l’ultima parola, se era vero che i propri cari, almeno una volta l’anno, potevano essere in qualche modo presenti. Nella magica notte di Samhain non erano le oscure forze del caos che riportavano nel mondo i morti, ma il ricordo e l’amore dei vivi che li celebravano gioiosamente.

Il significato di Samhain per gli antichi Celti, era quindi quello di un vero e proprio ‘passaggio’: il sostituirsi di un tempo e di un ordine all’altro. Era l’inizio dell’attesa, del tempo interiore della preparazione, del buio, il tempo in cui i semi dimorano nella terra quieta.
Tempo prezioso e necessario. Tempo di riposo e di ascolto silenzioso.

Era anche la festa degli ultimi frutti, i più dolci e ricchi per sostenersi nel lungo inverno.

Oggi i nostri produttori, pur non festeggiando la festa di Samhain, senz’altro hanno vissuto e vivono ogni anno il momento del raccolto e della preparazione all’inverno. Periodo dove il raccolto viene usato per fare i trasformati, come ad esempio l’azienda Kazzen di Pantelleria, che diffonde ora la nuova ondata di Confettura d’Uva ZibibboPer gustare un loro prodotto di eccellenza consigliamo anche il Pesto Pantesco che ha vinto il Premio del Gusto. Tra coloro che durante la stagione fredda riempiono i barattoli del raccolto estivo c’è anche l’Azienda Cortese San Ruffillo di Dovadola, che oltre alle buonissime confetture, come quella di Pesche, ha pensato al periodo autunnale offrendo dei meravigliosi Chutney d’Autunno, come quello di Cavoli e Noci e quello di Zucca e Porro, per accompaganre i formaggi.

Il lavoro del produttore non si ferma mai, ma rallenta, per offrire ai nostri clienti prodotti buonissimi da gustare per tutto il periodo del buio e freddo, seminando e aspettando la primavera!
E noi siamo qui apposta per rendere onore al loro lavoro aiutando la conoscenza e la scoperta della piccola produzione italiana che ogni mese mette mani e passione nella propria opera.

Abbiamo pensato proprio alla raccolta dei frutti dell’estate passata per questa ricetta, scegliendo un frutto che in inverno serve moltissimo contro i raffreddori. E, per unire l’utile al dilettevole, avrete anche un’asso nella manica per la festa di Halloween: sarete pronti ad affrontare la domanda del “Scherzetto o Dolcetto” con gusto e allegria.

Muffin alla Zucca con cuore di Marmellata all’Arancio

Ingredienti
– 
150 gr. marmellata di arance dell’azienda Kazzen

– 150 gr. farina

– 200 gr. zucca

– 80 gr. zucchero o Miele La Stella di Giorgio Poeta

– 50 gr. olio di semi

– 70 gr. latte o latte vegetale

– 1/2 bustina lievito

– q.b. cannella

– 1 uovo di galline da cortile
– 1 pizzico di sale

Potete provare i muffin con altre marmellate dai gusti autunnali o particolari, ad esempio dell’azienda Kazzen proponiamo la Confettura d’uva Zibibbo oppure la Confettura Extra di Mela e Zenzero.
Per un gusto delicato e nordico eccovi la Dolcezza di Mela e Cannella dell’azienda il Poggiolo,
e per un sapore alternativo la Confettura extra di Rabarbaro dell’azienda Monastero Germagno.
Chi ama i gusti classici che ricordano l’esatate sceglierà certamente tra l’eccellenza agricola di ellsey dolly: Fragola, More Pesche dell’azienda Corte San Ruffillo.

Preparazione

  • Cuocere la zucca in forno e schiacciarla con una forchetta. Versare l’uovo in una ciotola e mescolarlo con lo zucchero o il miele.
  • Unire la zucca, il latte, l’olio e la farina setacciata con il lievito, il sale e la cannella.
  • Mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo quindi versarne un cucchiaio in ogni formina da muffin, unire un cucchiaino di marmellata di arancia e coprire con un altro cucchiaio di impasto.
  • Cuocere in forno caldo a 180 °C per circa 20 minuti.
  • Sfornare e lasciare a raffreddare.

Buona Festa di Samhain a tutti, che la vostra raccolta riposi e che la calma dell’inverno vi dia la possibilità di raccogliere le energie per rispuntare a primavera!